Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il relax è finito, ci imbattiamo nella routine quotidiana, e facilmente si cade nella trappola dello stress che minaccia la nostra salute fisica e mentale e la nostra linea.

Lo stress, non sempre evitabile, stimola la produzione di adrenalina e cortisolo, i cosiddetti ormoni dello stress, da parte del surrene, un organo composto da 2 ghiandolette situate al di sopra del rene; questi ormoni tra i vari effetti che hanno determinano:

-         un aumento della pressione arteriosa;

-        un aumento della glicemia da cui consegue un aumento dei depositi di grasso a livello dell’addome e delle cosce;

-        una riduzione della massa muscolare in quanto il cortisolo degrada la massa muscolare e poiché questa è una massa metabolicamente attiva si ha una riduzione del metabolismo basale;

Ciò vale a dire che da un lato tendiamo a consumare meno energia, dall’altro ad accumulare più facilmente grasso e ciò si traduce in un aumento di peso corporeo.

Rimedi

Per fronteggiare l’aumento di pressione arteriosa è fondamentale limitare al minimo il consumo di alimenti ricchi di sale (prodotti in scatola, affettati, formaggi, prodotti da rosticceria) ed evitare l’aggiunta di sale agli alimenti insaporendoli piuttosto con spezie e aromi. Possiamo, invece, tenere sotto controllo la glicemia limitando il consumo di zuccheri semplici, cioè di dolci e dolciumi vari, consumiamo piuttosto carboidrati complessi come pasta, pane e cereali di preferenza integrali così da non avere un rapido incremento della glicemia e attenuare allo stesso tempo il nostro stato di stress poiché i cereali integrali stimolano la produzione di serotonina, l’ormone del buon umore, e sono ricchi di magnesio che pure migliora il nostro umore.  Se stressati quindi possono esserci di aiuto tutti gli alimenti ricchi di magnesio (cereali integrali, verdura a foglia verde, legumi, frutta fresca come banane, prugne, arance e kiwi, frutta secca a guscio, cacao amaro, funghi, avocado etc.) e gli alimenti ricchi di triptofano, un amminoacido a partire dal quale viene prodotta la serotonina. Le principali fonti di questo amminoacido sono:

-        Latticini: yogurt  e latte da consumare preferibilmente in versione magra;

-        alimenti proteici come manzo, tacchino, pollo, pesce, crostacei, uova;

-        derivati della soia: tofu, latte di soia, semi di soia;

-        i legumi: i fagioli, le lenticchie ed i ceci;

-        i cereali integrali: l’avena, il riso integrale, il grano, i germi di grano;

-        noci e semi: le nocciole, le arachidi, le mandorle, i semi di girasole, i semi di sesamo e quelli di zucca;

-        la frutta: Mango, datteri e banane;

-        cacao amaro.

 

Un valido aiuto contro  il cattivo umore è dato dall’attività fisica che stimola la produzione di endorfine, neurotrasmettitore prodotto dal cervello, ad effetto anti-depressivo;  per combattere lo stress, quindi, ritagliamoci almeno un’oretta 3-4 volte a settimana da dedicare a noi stessi per una camminata a passo veloce, una corsa, per fare palestra o per praticare un qualsiasi sport che ci appassiona.